Regione Città descrizione
Abruzzo Pescara “Game over”
Calabria Catanzaro “Giocatori d’Azzardo”
Calabria Cosenza Progetto La salute non è un gioco
Calabria Reggio Calabria “Don Tonino Bello”
Campania Avellino Progetto GAP
Emilia Romagna Gruppo CEIS Sede: Bologna, Modena
Emilia Romagna Piacenza Supporto ai familiari; Tutor dell’indebitamento; prevenzione
Emilia Romagna Reggio Emilia Gruppi d’auto mutuo aiuto per familiari
Lazio Civitavecchia “FEBO”
Lazio Viterbo Gruppo settimanale
Liguria  La Spezia Gruppi di lavoro
Liguria Genova Gruppi di auto aiuto
Liguria Sanremo  Progetto GAP
Lombardia Como Sostegno ai famigliari e alle persone con problemi da gioco
Lombardia Mantova S.M.I.
Piemonte Torino Arco Progetto New Gap
Piemonte Torino CTS Programmi di recupero
Sardegna Cagliari Centri di ascolto
Sicilia Caltanissetta Incontri quindicinali di supporto
Sicilia Messina, Marsala
Toscana Arezzo Servizi per giocatori d’azzardo
Toscana Firenze Comunità per giocatori d’azzardo
Veneto Venezia Mestre  Centro Soranzo

Video informativo a cura del dott. Francesco Conti, psicologo e psicoterapeuta del Centro di Solidarietà “Il F.A.R.O.” di Messina, Marsala. “Tratti e ritratti della dipendenza da gioco d’azzardo patologico”

Video “La Dipendenza dai Videogiochi: Come Riconoscerla, Come Funziona e Come Uscirne? | #TELOSPIEGO”
Perché si diventa dipendenti dai videogiochi? Come si riconoscono i sintomi della dipendenza da gaming e come si fa ad uscirne? #TELOSPIEGO in questo video, realizzato in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità e finanziato dal Dipartimento Politiche Antidroga del Ministero della Salute.

“La nostra Federazione, i nostri Centri sono la storia di un “molo” che diventa un “porto” in cui anime ferite approdano, per poter trovare rifugio, ritrovare forza, rifocillarsi, accarezzando ed afferrando la speranza, per poi ripartire. Luoghi del cuore. Porti che fanno sentire a tutti il bisogno di terraferma, ma che rendono irresistibile il richiamo del mare. E prendere il largo, sempre. Per essere non solo accanto ai poveri, ma dalla parte degli ultimi, sempre! Perché l’amore non è mai neutrale,è esigente ed implacabile. Dà la vita per la verità, e la verità è l’Uomo.”

"Partiamo dal presupposto che nessuno è irrecuperabile e che ogni uomo è sempre portatore di enormi potenzialità. Occorre partire da questo per predisporre qualsiasi piano di contrasto alle dipendenze che possa avere un’efficacia reale e misurabile."

"La scelta di una presa in carico totale della persona e non solo del suo problema, di una condivisione non asettica delle sue sofferenze ma anche di una valorizzazione reale dei suoi talenti, possibile solo con un percorso comune, fedeli alla scelta di specchiarsi nell'altro, come recita la nostra filosofia, anche quando lo specchio è incrinato o deformante."