COLLOQUI IN PRESENZA: cosa fare e cosa non fare

Se sei stato convocato per un colloquio “in presenza” dovrai:
1) presentarti da solo e senza alcun tipo di bagaglio (salvo situazioni eccezionali, da documentare);
2) non presentarti presso la sede concorsuale se sei affetto da uno o più dei seguenti sintomi:
a. temperatura superiore a 37,5°C e brividi;
b. tosse di recente comparsa;
c. difficoltà respiratoria;
d. perdita improvvisa dell’olfatto (anosmia) o diminuzione dell’olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia);
e. mal di gola.
3) non presentarti presso la sede di svolgimento dei colloqui se sei sottoposto alla misura della quarantena o isolamento domiciliare fiduciario e/o al divieto di allontanamento dalla propria dimora/abitazione come misura di prevenzione della diffusione del contagio da COVID-19;
4) presentare all’atto dell’ingresso nell’area concorsuale un referto relativo ad un test antigenico rapido o molecolare, effettuato mediante tampone oro/rino-faringeo presso una struttura pubblica o privata accreditata/autorizzata in data non antecedente a 48 ore dalla data di svolgimento delle prove;
5) indossare obbligatoriamente, dal momento dell’accesso alla sede di svolgimento dei colloqui sino all’uscita, la mascherina di protezione delle vie respiratorie che il candidato dovrà procurarsi autonomamente.
Gli obblighi di cui ai numeri 2 e 3 devono essere oggetto di un’apposita autodichiarazione (si veda l’allegato) che dovrà essere consegnata al personale addetto alla tua identificazione una volta giunto alla sede del colloquio.
In caso di rifiuto a produrre l’autodichiarazione ti verrà inibito di entrare nell’area di svolgimento della prova orale.
In ogni caso, se al momento dell’ingresso nell’area adibita a colloquio presenti, alla misurazione da parte del personale addetto, una temperatura superiore ai 37,5°C o altra sintomatologia riconducibile al Covid-19, sarai invitato a ritornare al tuo domicilio e verrai ricontattato per fissare un’altra data di colloquio.
Ti raccomandiamo vivamente di arrivare nell’orario che ti è stato indicato nel calendario dei colloqui (diverso per ogni candidato per evitare ogni possibilità di assembramento). Potrai comunque trattenerti presso la sede per il tempo utile ad assistere ad altri colloqui, nei limiti stabiliti dall’ente volti ad assicurare il rispetto delle norme di prevenzione.

Documenti da scaricare
circolare-enti_selezioni_24febbraio2021
Dich.Sost_candidato

QUANDO VENGONO PUBBLICATI I CALENDARI DEI COLLOQUI DI SELEZIONE?
Il calendario è la formale convocazione di ciascun candidato, in un certo posto, giorno e orario, a svolgere il colloquio di selezione: verrà pubblicato nella pagina web di ogni singolo progetto e dunque non dovrai fare altro che monitorare la pagina del progetto per cui hai fatto domanda per conoscere la data del tuo colloquio!

I nostri progetti e i CALENDARI DI SELEZIONE sono tutti in questa pagina.

NB la pubblicazione ha valore di notifica e dunque è molto importante che tu sia presente al colloquio o che contatti il responsabile se hai un qualche impedimento!
Il colloquio può svolgersi “in presenza” oppure in modalità “da remoto”. Per una qualsiasi tua necessità (ad esempio hai difficoltà a raggiungere la sede oppure non hai un pc o un cellulare per svolgere il colloquio on line) contatta il tuo responsabile per concordare con lui la modalità che ti assicuri l’espletamento di questa importante fase.
RICORDA di prepararti al colloquio!
Per le INFO sul nostro sistema di selezione clicca qui: Criteri selezione_volontari SCU.

Una volta terminati i colloqui, per ogni progetto verrà pubblicata una graduatoria (“provvisoria” fino all’approvazione del Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale) che riporterà l’elenco di tutti i candidati e la loro valutazione, nonché la data di avvio del progetto: anche in questo caso, monitora la pagina web del progetto per il quale hai fatto domanda!

“La nostra Federazione, i nostri Centri sono la storia di un “molo” che diventa un “porto” in cui anime ferite approdano, per poter trovare rifugio, ritrovare forza, rifocillarsi, accarezzando ed afferrando la speranza, per poi ripartire. Luoghi del cuore. Porti che fanno sentire a tutti il bisogno di terraferma, ma che rendono irresistibile il richiamo del mare. E prendere il largo, sempre. Per essere non solo accanto ai poveri, ma dalla parte degli ultimi, sempre! Perché l’amore non è mai neutrale,è esigente ed implacabile. Dà la vita per la verità, e la verità è l’Uomo.”

"Partiamo dal presupposto che nessuno è irrecuperabile e che ogni uomo è sempre portatore di enormi potenzialità. Occorre partire da questo per predisporre qualsiasi piano di contrasto alle dipendenze che possa avere un’efficacia reale e misurabile."

"La scelta di una presa in carico totale della persona e non solo del suo problema, di una condivisione non asettica delle sue sofferenze ma anche di una valorizzazione reale dei suoi talenti, possibile solo con un percorso comune, fedeli alla scelta di specchiarsi nell'altro, come recita la nostra filosofia, anche quando lo specchio è incrinato o deformante."